Tendinopatie calcifiche della spalla

 

A cura del Dott. Antonio Rapisarda  

 

 

  

La tendinopatia calcifica, o tendinite calcifica della cuffia dei rotatori, è una malattia comune ad eziologia sconosciuta, in cui le calcificazioni si depositano nel contesto tendineo e possono essere seguite da una risoluzione spontanea.

Durante la deposizione dei sali di calcio il paziente può essere asintomatico o accusare lieve dolenzia, a ciò fa seguito una fase di stato durante la quale la clinica può essere silente.

La fase acuta della malattia coincide con la colliquazione ed il riassorbimento dei depositi calcifici, con

interessamento della borsa sottodeltoidea.

Dal punto di vista dell’imaging le calcificazioni definite distrofiche si localizzano tipicamente a livello dell’inserzione sull’osso, associate o meno ad erosioni, mentre la tendinite calcifica propriamente

detta colpisce il tendine 1 o 2 cm più prossimalmente.

La malattia calcifica, e caratterizzata da alterazioni degenerative dei tendini, con formazione di depositi calcifici intratendinei, che generalmente ne aumentano lo spessore.

Successivamente la malattia va incontro ad una fase di maturazione in cui la calcificazione aumenta di volume.

E' in questa fase che vi può insorgere un intenso dolore locale presente soprattutto di notte tale da dare origine al cosiddetto quadro della spalla congelata.

In queste condizioni il paziente si trova in estremo disagio, ha dolore acuto, e non riesce minimamente a muovere la spalla.

Per tale motivo molti giungono addirittura nei dipartimenti di emergenza degli ospedali per ottenere un rimedio immediato che possa dare sollievo dal dolore acuto.

 

 

 

Tendinopatia calcifica della spalla
Tendinopatia calcifica della spalla
Manipolazione della spalla
Manipolazione della spalla
Onde d'urto
Onde d'urto

 

 

 

IL PROTOCOLLO TERAPEUTICO

 

La terapia delle tendinopatie calcifiche della spalla si basa sull’impiego combinato di terapia strumentale ( tecar ed onde d’urto ) e terapia manuale ( normalizzazioni miofasciali ).

 

EFFETTI DELLE ONDE D'URTO

 

Eliminazione dei fibroblasti calcificati, neovascolarizzazione dei legamenti, aumento della produzione di collagene, incremento del metabolismo e della microcircolazione, aumento dell’eliminazione della sostanza P, diminuzione della tensione muscolare.

 

EFFETTI DELLA TECARTERAPIA

 

Sollecita fortemente i meccanismi cellulari e incrementa l’attivazione dei naturali processi riparativi e antinfiammatori, agendo anche sugli strati più profondi.

 

EFFETTI DELLE NORMALIZZAZIONI MIOFASCIALI

Si tratta di NORMALIZZAZIONI articolari passive, variazione emodinamiche e pressioni periarticolari selettive e progressive idonee a ripristinare l’equilibrio pressorio e dinamico della spalla.

 Questo trattamento consente di Mantenere la mobilità dei tessuti salvaguardando il movimento fisiologico, evitando la formazione di cross-links tra le varie fibrille. Le fibrille di collagene che si formano durante il periodo del trattamento si sviluppano in modo corretto e più aderente alle necessità funzionali dell'organismo.

Movimenti passivi delicati non sono in grado di distaccare le fibrille che si formano nella direzione fisiologica, ma prevengono la loro adesione in sedi anormale.

Con questa tecnica si riesce ad evitare che, nel tessuto fibroso leso, possa generarsi una infiammazione che si auto-perpetua. Quindi, lo scopo della suddetta fisioterapica è aiutare la formazione di una cicatrizzazione funzionale.

 

Individuato il punto da trattare, si esegue un trattamento specifico, che va praticato con la punta di un dito, solitamente il dito indice rinforzato dal medio, effettuando un movimento di "va e vieni" che deve avvenire sempre in senso trasversale all'orientamento delle fibre della struttura anatomica lesa, senza provocare frizioni sulla cute. E’ necessario pinzare la cute nella zona dei cheloidi e cercare di mobilizzare il sottocute con movimenti contrapposti delle mani. Si sceglie di praticare questa tecnica per prima, in modo da preparare la zona da trattare con una buona viscosità tissutale e iperemia per il prosieguo del trattamento.

 

 

 

 

Terapia della spalla Via G. Mazzini 4 S.A. Li Battiati ( Catania ) Tel. 0957252904

Terapia della spalla
Terapia della spalla
Terapia della spalla
Terapia della spalla
Spinometria 3 D
Diagnosi posturale
Esame baropodometrico
Baropodometria computerizzata
Spalla dolorosa
Spalla dolorosa
Terapia della spalla
Terapia della spalla
lombalgia
Lombalgia e mal di schiena